<div style='background-color: none transparent;'></div>

Programmi

Come entrare nel BIOS

Hai deciso di formattare il PC ma non riesci in alcun modo ad avviare il disco d’installazione di Windows. All’accensione del computer, infatti, non ti compare il messaggio “premi un tasto per avviare da CD-ROM” ma viene caricato automaticamente il sistema operativo già installato sull’hard disk (quello che devi sostituire con la formattazione).
Non preoccuparti, basta modificare le impostazioni del BIOS e il problema è risolto. Come dici? Non sai cos’è il BIOS e come si accede ad esso? Il BIOS non è altro che una serie di istruzioni contenute in un chip collocato sulla scheda madre, le quali consentono di avviare il sistema operativo all’accensione del PC e di mettere correttamente in comunicazione hardware e software.
Per sapere come accedere alle sue impostazioni ed entrare nel BIOS del PC all’avvio, non devi far altro che seguire le indicazioni che sto per darti. Si tratta di premere qualche tasto al momento giusto o di entrare nel menu delle impostazioni di Windows, nel caso in cui utilizzassi un computer recente con Windows 8 o superiori.




Tutto quello che devi fare per entrare nel BIOS del PC all’avvio è riavviare il computer (o accenderlo, se è spento) e, appena compare la schermata di accensione del PC, premere ripetutamente il tasto per accedere al setup.
Di solito, il tasto per accedere al BIOS è F2F10 o Canc, in ogni caso dovresti trovarlo indicato in uno degli angoli della schermata iniziale del computer con un messaggio del tipo press F2 to enter setup.
A questo punto, dovresti essere nel pannello con le impostazioni del BIOS: una schermata con fondo blu o grigio piena di scritte (incomprensibili se non si è esperti di informatica). Le diciture possono cambiare da computer a computer, ma in genere le impostazioni del BIOS si suddividono in sezioni standard.
In Generale (Main, in inglese) ci sono le impostazioni relative a data/orario e le informazioni generali sul PC; in Sicurezza (Security) si possono impostare delle password per l’accesso al BIOS e l’avvio del PC; in Avanzato (Advanced oBoot) è possibile regolare le impostazioni di scheda video, lingua, ordine d’avvio, ecc. mentre in Strumenti trovi altre impostazioni varie.
Per regolare il BIOS in modo da poter avviare il disco d’installazione di Windows automaticamente all’accensione del computer, devi recarti nella sezione AvanzatoBoot (utilizzando i tasti direzionali della tastiera del PC), evidenziare la voceSequenza di avvio/Boot sequence e premere il tasto Invio per cambiare l’ordine dei dispositivi che il computer deve controllare per effettuare il boot (ossia l’avvio).
Imposta quindi l’unità CD/DVD ROM come prima scelta, evidenziando la voce relativa a quest’ultima e premendo il tasto Invio della tastiera del computer, e premi Esc per tornare alla schermata principale del BIOS.
A modifiche effettuate, puoi uscire dal pannello e salvare le impostazioni del BIOS premendo il tasto Esc della tastiera del tuo computer. Evidenzia quindi la voceSì/Yes nel messaggio relativo al salvataggio delle impostazioni che compare al centro dello schermo e premi Invio per uscire dal BIOS e riavviare il computer.
Ora tutto dovrebbe essere tornato a posto e il disco d’installazione di Windows si dovrebbe avviare automaticamente. In ogni caso, puoi entrare nel BIOS del PC all’avvio in qualsiasi momento seguendo le istruzioni appena viste insieme.



Come accennato all’inizio del post, se utilizzi un PC piuttosto recente con Windows 8 (o superiori) preinstallato per accedere al BIOS del computer devi seguire una procedura leggermente diversa. Ciò è dovuto al fatto che la tua macchina non utilizza il normale BIOS ma l’UEFI, una versione aggiornata del BIOS più accattivante e semplice sotto il punto di vista grafico che permette di adoperare anche il mouse.
Per accedere alla configurazione UEFI, recati in Start, cerca il termineimpostazioni e seleziona l’icona della app Impostazioni PC che compare fra i risultati della ricerca. Nella schermata che si apre, seleziona la voce Aggiorna e ripristina dalla barra laterale di sinistra e clicca sul pulsante Riavvia ora collocato sotto la dicitura Avvio avanzato per riavviare il PC.
Attendi quindi che compaia la schermata con le opzioni di avvio di Windows e fai click prima su Risoluzione dei problemi, poi su Opzioni avanzateImpostazioni firmware UEFI Riavvia per accedere al menu di configurazione del BIOS. 

Fonte http://aranzulla.tecnologia.virgilio.it/
Continue Reading | commenti

Convertire file PDF in Word

Dopo aver visto precedentemente come convertire file word in pdf, in questa guida vedremo in che modo è possibile effettuare il procedimento inverso, ossia convertire file pdf in word.




Anche in questo caso, esistono diversi modi per effettuare questa operazione, il più semplice e immediato è quello di usare uno dei molti servizi online creati appositamente per convertire file pdf in un documento word, uno dei più conosciuti è PdfToWord in cui è sufficiente caricare il file pdf che si vuole convertire, inserire un indirizzo email valido e il documento word corrispettivo ci verrà inviato direttamente nella nostra casella di posta.

Analogamente all'operazione inversa, per eseguire la trasformazione, possiamo affidarci a programmi specifici che riescono ad effettuare l'operazione in modo soddisfacente, fra i migliori programmi gratis per fare questo segnaliamo Free PDF to Word Doc Converterun software molto affidabile con una interfaccia grafica semplice e intuitiva che consente di ottenere un documento di formato .doc o .rtf a partire da qualsiasi tipo di file pdf, anche multipagina, con il layout che riproduce fedelmente quello originale.

Infine esiste un metodo molto semplice per ottenere un file word a partire da un file pdf, si tratta di un plugin integrato nella suite gratuita Open Office, che è quindi necessario aver installato sul Pc, tramite il quale, una volta aperto un qualsiasi file pdf, possiamo salvarlo con estensione doc e il software lo convertirà automaticamente in un documento Microsoft Word in maniera del tutto trasparente all'utente.

In sostanza trasformare un word in pdf e viceversa oggi non è più un problema, è possibile farlo in maniera totalmente gratuita senza avere particolari conoscenze tecniche, il servizio più veloce resta quello online ma, usando programmi specifici, avremo a disposizione ulteriori funzioni che possono rivelarsi utili per chi ha esigenze particolari, ad esempio la conversione massiva in modalità batch o la funzionalità di rotazione e inclinazione che spesso non sono disponibili nei servizi web.

Da segnalare, ad ogni modo, che, per documenti strettamente privati che contengono informazioni sensibili o dati personali, non si consiglia di utilizzare servizi web in quanto il file viene comunque caricato su server remoti che, per quanto possano essere affidabili e rispettosi della privacy, potrebbero leggerne il contenuto e utilizzarlo per altri scopi; in questi casi è sempre preferibile utilizzare un software da installare sul Pc e, per ulteriore sicurezza, eseguire la conversione senza essere collegati a Internet in modo da non incorrere in spiacevoli sorprese. Forse non tutti sanno che un file pdf può anche essere trasformato in una immagine in formato jpg, png o gif, se bisogno di effettuare una operazione di questo tipo, puoi consultare la seguente guida che mostra come eseguire la conversione in maniera chiara ed esaustiva.

Fonte http://www.programmigratis.org/
Continue Reading | commenti

Cambiare ID Apple su iPhone

Hai cambiato ID Apple ma ogni volta che accedi All’App Store dal tuo iPhone vieni identificato con l’account vecchio? Questo succede perché il tuo “melafonino” è associato all’ID Apple che utilizzavi in precedenza, ma non ti preoccupare. Rimediare a questo problema è un gioco da ragazzi.
Tutto quello che devi fare è leggere la guida su come cambiare ID Apple su iPhone che sto per proporti e metterla in pratica. Scopriremo insieme non solo come associare il telefono ad un nuovo ID Apple ma anche come creare un nuovo account direttamente da iPhone (se non si è già provveduto in precedenza).
Inoltre, nel malaugurato caso in cui avessi dimenticato la password del tuo nuovo account, ti spiegherò anche come recuperare le credenziali di un ID Apple senza dover affrontare inutili perdite di tempo. È tutto molto semplice, vedrai.
Se vuoi scoprire come cambiare ID Apple su iPhone, il primo passo che devi compiere è pigiare sull’icona delle Impostazioni presente nella home screen del telefono per accedere al pannello di controllo di iOS (il sistema operativo del tuo dispositivo).
Nella schermata che si apre, scorri il menu verso il basso e seleziona la voceiTunes Store e App Store da quest’ultimo. Seleziona quindi il tuo ID Appledall’apposito riquadro e premi sul pulsante Esci per dissociare l’App Store dall’ID Apple utilizzato fino a questo momento.
Successivamente, torna nel pannello Impostazioni e seleziona l’icona di iCloud. Scorri la schermata che si apre fino in fondo e premi il pulsante Esci per rimuovere il tuo vecchio ID Apple anche da iCloud, il servizio di cloud storage usato per sincronizzare e archiviare i dati delle app. Per confermare l’operazione dovrai pigiare una seconda volta su Esci, poi sul bottone Elimina da iPhone e dovrai digitare la password del tuo account (quello vecchio ancora associato al telefono).
Attenzione: disattivare un account associato ad iCloud sul tuo iPhone cancellerà tutti i dati collegati a quest’ultimo e disattiverà temporaneamente il servizio antifurto Trova il mio iPhone. È bene che tu lo sappia.
ID Apple iPhone
Bene, ora sei libero di configurare il tuo nuovo ID Apple sul “melafonino”. Per farlo, recati nelle Impostazioni di iOS e seleziona la voce iCloud dal menu che si apre.
Se già possiedi il nuovo ID Apple da usare al posto di quello vecchio, compila il modulo di accesso al servizio e pigia sul pulsante Accedi per associare il tuo iPhone al nuovo account Apple. In caso contrario, premi il pulsante Crea un nuovo ID Apple che si trova in fondo allo schermo e segui la procedura guidata per la creazione di un nuovo account Apple (si tratta di fornire informazioni personali quali data di nascita, nome, email e via discorrendo).
Dopo aver immesso i tuoi dati d’accesso nel pannello di iCloud, torna nelle impostazioni di iOS, seleziona l’icona iTunes Store e App Store ed esegui l’accesso con il tuo nuovo ID Apple anche nella schermata che si apre. In questo modo avrai configurato tutto al 100%.
Se hai dimenticato la password per accedere al tuo account, non cambiare ID Apple su iPhone creandone uno nuovo: prima di adottare una misura così drastica, cerca di recuperare le credenziali di accesso al tuo ID usando i servizi messi a disposizione di Apple.
Si può fare tutto direttamente dallo smartphone. Basta selezionare la voce Hai dimenticato l’ID Apple o la password? dalla schermata di accesso di cui sopra e seguire la procedura guidata che viene proposta, la quale consiste nel digitare il proprio indirizzo di posta elettronica al fine di ricevere un link per il reset della password.
ID Apple
Nel caso in cui avessi dimenticato non solo la password ma anche il nome utente per accedere al tuo account Apple, dopo aver selezionato la voce Hai dimenticato l’ID Apple o la password? seleziona anche Hai dimenticato il tuo ID Applee compila il modulo che ti viene proposto digitando nome, cognome e indirizzo email.
Per maggiori informazioni, o comunque se sei interessato a recuperare i dati di accesso del tuo ID Apple da computer, puoi consultare la mia guida su come recuperare ID Apple, nella quale c’è illustrato passo-passo come rientrare in possesso del proprio account Apple quando ci si è dimenticati dei dati di accesso. Il ripristino può avvenire via email o rispondendo alle domande di sicurezza impostate in fase di iscrizione e richiede pochissimo tempo.

Fonte http://aranzulla.tecnologia.virgilio.it/
Continue Reading | commenti

Feste in arrivo: attenti ai rischi della rete


ROMA - Il Natale si avvicina ed è tempo di comprare i regali. Per tutti coloro che scelgono di fare acquisti online, McAfee lancia qualche consiglio per evitare di 'cadere nelle rete' e trovare brutte sorprese sotto l'albero. 

Per l'occasione il marchio di sicurezza informatica, ha pubblicato 12 consigli utili per proteggersi durante la navigazione.

1. C'è posta per te! Pensaci due volte prima di cliccare sui link arrivati per email. Verifica sempre lo spedizioniere prima di dare i tuoi dati personali. 
2. Pubblicità ingannevoli. Attenti alle offerte troppo belle per essere vere: potrebbero rubare i dati personali e rovinare l’atmosfera natalizia. 
3. Beneficienza senza imbrogli. E’ il momento giusto per donare, ma è bene stare attenti ai di falsi enti di beneficenza e controllare l'URL del sito. 
4. Sii un acquirente accorto. Controlla spesso gli estratti conto della carta di credito per assicurarti che non ci siano addebiti indesiderati. 
5. Truffe su smartphone. Più di un telefonino, gli smartphone sono carta di credito, chiavi di casa, fotocamera e altro ancora. Attenti al malware che arriva dalle App, scarica solo App dagli store ufficiali. 6. Biglietti d’auguri elettronici pericolosi. Evita il dono indesiderato di malware verificando sempre che le e-cards arrivino da qualcuno che conosci e da un sito affidabile. 
7. Truffe legate ai viaggi stagionali. Evita falsi link online che offrono a prezzo basso biglietti aerei o camere d'albergo che potrebbero nascondere una trappola; pensa sempre prima di fare clic. 
8.La truffa delle telefonate automatiche dalle banche. Diffida della telefonata di persone o messaggi registrati che sostengono che il tuo computer è infetto e che ti chiedono di fornire dati personali per risolvere il problema. 
9. Skimming dei bancomat. Bisogno di contanti in fretta? Fai attenzione quando vai al bancomat (ATM); possono essere stati installati dispositivi in grado di rubare la carta e i soldi. Guarda attentamente il bancomat e copri la tastiera mentre digiti il PIN. 
10. Le trappole dell’almanacco annuale. Un "Year in Review" suona divertente da leggere, ma fare click su questi link potrebbe infettare i dispositivi. 
11. Dispositivi BYOD. Con il trambusto di questo periodo, gli smartphone possono essere facilmente smarriti o rubati nella confusione. Non lasciare lo smartphone incustodito perché un hacker potrebbe accedere alle tue informazioni personali e di lavoro. 
12. Chiavette USB in omaggio. Diffida delle chiavette USB che vengono spesso date in omaggio. Anche questo è un modo facile per gli hacker per diffondere malware.



See more at: http://www.diregiovani.it/news/35714-mcafee-consigli-shopping-online-feste-natale.dg#sthash.bA23OuCA.dpuf
Continue Reading | commenti

Personalizzare player e riproduzione dei video di Youtube.

Dopo aver mostrato pochi giorni fa comepersonalizzare il player di Youtube con reEmbed e avere illustrato i principali tag permodificare la riproduzione dei video di Youtube ho ricevuto un commento nella mia pagina Facebook che mi ha convinto a tornare su questo stesso tema.  

Youtube oltre alla lista dei parametri da usare per configurare la riproduzione dei video ha messo a disposizione degli utenti anche una pagina demo in cui la scelta delle varie impostazioni comporta automaticamente la modifica del codice in tempo reale. 

Su Youtube Player Demo possiamo inserire l'Identificativo del video, che è la parte finale dell'URL e si può copiare dal browser, insieme alle altre opzioni di configurazione. 

youtube-player-demo

Dopo aver incollato l'ID del video su Content si possono inserire il numero di secondi dopo i quali può iniziare la riproduzione  e la qualità del video (default, HD720, ecc). Su Controls si può decidere la posizione del player tra Play, Pause e Stop. Si può anche settare il volume e addirittura scegliere l'opzione Mute per lasciare ai lettori la possibilità di attivare l'audio.

configurazione-player-youtube

Su Size si può scegliere tra lo schermo da 4x3 o da 16x9 e la larghezza dello stesso. Ci sono i bottoniUpdate player per rendere operative le modifiche introdotte. Se si commettono degli errori di impostazione o se si scelgono opzioni non supportate verremo avvisati su Errors mentre su History ci sarà il log di tutti gli eventi. Andando su Clear possiamo iniziare il processo nuovamente.
Nella colonna sulla destra ci sono altre impostazioni importanti tra cui l'autoplay 

parametri-youtube-player

Si sceglie l'opzione o si metta la spunta al parametro. Per esempio su Theme si può scegliere tradark e light e su Loop si può decidere di continuare a riprodurre il video all'infinito. Passando con il mouse sopra al punto interrogativo accanto ai parametri si può sapere a cosa si riferiscono.
codice-embed 

In basso su Embed Code si può selezionare e copiare il codice che ci permetterà di mostrare il player del video di Youtube con le impostazioni prescelte. È possibile scegliere anche tra ilcodice di un iframe e quello più datato di un object.

Fonte http://www.ideepercomputeredinternet.com/
Continue Reading | commenti

6 Applicazioni online per creare immagini in 3 dimensioni.

Gli esperti di grafica sono in grado di aggiungere effetti in 3D alle foto usando Photoshop oGimp ma anche chi sia totalmente a digiuno di nozioni in tal senso può ugualmente convertire delle semplici immagini in immagini in tre dimensioni usando alcuni interessanti tool online. Non occorre quindi scaricare e installare software che poi non saranno più usati ma scegliere solo l'applicazione giusta, selezionare la foto da modificare, farne l'upload, applicare gli effetti in 3D quindi scaricare la foto risultante. Vediamo una piccola raccolta di siti in cui si possano applicare questi effetti con relativa semplicità.

3DThis è il sito che probabilmente ha gli effetti più interessanti nella sezione 3D Photo Effects e in quella 3D Volume. In entrambi i casi si deve caricare l'immagine da modificare 

immagini-3d

Sulla sinistra si visualizzerà l'immagine caricata mentre sulla destra l'immagine risultante. Nella parte alta sono visibili tutta una serie di tool per aggiungere effetti di animazione. Quando si è terminato si va su Publish e renderla pubblica oppure mantenerla privata

3dthis-immagini-3-dimensioni

Snazzyspace è un tool più semplice in cui caricare le immagini per poi aggiungere gli effetti e scaricare il risultato che sarà una animazione in formato GIF.

snazzyspace

Si va su Create 3D Anaglyph Picture e si può scegliere anche l'opzione in bianco e nero.
Convert Image aggiunge effetti di tipo stereoscopico oltre a convertire ogni formato di immagine come si evince anche dal nome del sito 

convert-image

Si può anche lasciare la nostra immagine nella galleria oppure condividerla su Facebook

convert-image[4]

Makesweet ha molti modelli in 3D che possiamo usare gratuitamente

makesweet

Si sceglie il preferito e si carica l'immagine con cui completarlo

makesweet-effect-3d

Photo Fun Maker come il precedente si basa su Modelli già predisposti.  

photo-fun-maker

Dopo aver scelto la cornice si sceglie la foto oppure si può scattare direttamente con la webcam.

3D Package Online è l'ultimo sito che vi propongo 

3d-package

Si caricano tre foto che formeranno un parallelepipedo

3d-package-online


la cui immagine potrà essere scaricata in PNG, JPG o GIF.

Fonte http://www.ideepercomputeredinternet.com/
Continue Reading | commenti

Come creare password sicure e indimenticabili in 5 mosse

Gli account di posta elettronica sono sicuri? Gli spazi in cloud (anche se non siete star e non vi conservate foto a luci rosse) sono a prova di hacker? Il problema non è la tecnologia ma gli utenti, che scelgono password "deboli". Ecco un metodo a prova di scemo e di smemorato per scegliere le password più sicure.

Grazie a questa sequenza di regole non dovremo ricordare la password, ma la ricaveremo ogni volta.

Ecco come funziona.

1 - SCEGLIETE UN NOME LEGATO ALLA VOSTRA VITA.Per esempio, un protagonista dei cartoni animati dell’infanzia, la vostra squadra del cuore, oppure il nome del vostro partner. Nel nostro esempio scegliamo “sampei

2 - TRASFORMATE ALCUNE LETTERE IN NUMERI.5ampe1

3 - AGGIUNGETE IN TESTA O IN CODA UN NUMERO. Facile da ricordare, come l’anno di nascita di un figlio o della fidanzata. Oppure l'anno in cui siamo. “5ampe185

4 - AGGIUNGETE UN CARATTERE SPECIALE IN TESTA O IN CODA.5ampe185_

5 - ULTIMA MOSSA. Dopo il carattere speciale, aggiungete una lettera (magari MAIUSCOLA) legata al servizio da proteggere con password. “5ampe185_E” sarà la password delle email, “5ampe185_B” sarà della banca e così via.

È importante che non riveliate a nessuno le vostre regole. Il metodo è semplice: richiede un po’ di utilizzo, come imparare le tabelline. Ma dopo poco tempo vi accorgerete che non state più “memorizzando” le password (quindi non potrete scordarle). E avrete, nello stesso tempo, la garanzia di averle differenziate e sufficientemente complesse.

Grazie a questa sequenza di regole non dovremo ricordare la password, ma la ricaveremo ogni volta.

Ecco come funziona.

1 - SCEGLIETE UN NOME LEGATO ALLA VOSTRA VITA.Per esempio, un protagonista dei cartoni animati dell’infanzia, la vostra squadra del cuore, oppure il nome del vostro partner. Nel nostro esempio scegliamo “sampei

2 - TRASFORMATE ALCUNE LETTERE IN NUMERI.5ampe1

3 - AGGIUNGETE IN TESTA O IN CODA UN NUMERO. Facile da ricordare, come l’anno di nascita di un figlio o della fidanzata. Oppure l'anno in cui siamo. “5ampe185

4 - AGGIUNGETE UN CARATTERE SPECIALE IN TESTA O IN CODA.5ampe185_

5 - ULTIMA MOSSA. Dopo il carattere speciale, aggiungete una lettera (magari MAIUSCOLA) legata al servizio da proteggere con password. “5ampe185_E” sarà la password delle email, “5ampe185_B” sarà della banca e così via.

È importante che non riveliate a nessuno le vostre regole. Il metodo è semplice: richiede un po’ di utilizzo, come imparare le tabelline. Ma dopo poco tempo vi accorgerete che non state più “memorizzando” le password (quindi non potrete scordarle). E avrete, nello stesso tempo, la garanzia di averle differenziate e sufficientemente complesse.
Continue Reading | commenti

Disattivare la riproduzione automatica dei video di Facebook per risparmiare traffico dati su Android, iPhone e computer

Ormai quasi tutti i possessori di uno smartphone e/o di untablet, sia esso Android o Apple iOS, hanno sottoscritto l'abbonamento con una compagnia telefonica grazie al quale oltre alle chiamate e ai messaggi è previsto un tot di dati(solitamente 1 o 2 GB mensili) per navigare gratis su internet.

Ma a seconda dell'utilizzo che si fa di internet sul cellulare o tablet, i dati a disposizione in un mese potrebbero finire molto rapidamente e di conseguenza navigare sul web sarà impossibile o decisamente lento fino al prossimo rinnovo dell'abbonamento. È dunque importante prevenire tale situazione e da questo punto di vista potrebbe tornare utile l'articolo: Consigli per evitare di superare la soglia traffico dati su cellulare e tablet Android (la maggior parte dei quali comunque applicabili anche all'iPhone, Windows Phone e altri ancora).

Ma è ugualmente importante stare anche attenti al tipo di applicazioni che si stanno utilizzando sul telefonino o sul tablet. Infatti alcune app che richiedono l'accesso a internet, rispetto ad altre consumano molto più traffico dati, e stando a uno studio effettuato da AVG, queste sono le 10 app Android che consumano più dati, batteria e memoria.

Per quanto riguarda le applicazioni che consumano più in traffico dati, tra queste AVG ha collocato al nono postol'app di Facebook. Fra i vari fattori che inducono tale app ad impiegare un più che modesto quantitativo di dati, spicca la nuova funzionalità "Riproduzione automatica dei video" la quale infatti riproduce automaticamente (senza che l'utente debba intervenire) i video pubblicati sulle varie bacheche di amici e delle altre persone su Facebook che si va a visitare. E, dato che un video per essere riprodotto sul cellulare, tablet e computer deve scaricare un tot di dati, a seconda dell'uso che si fa di Facebook e delle bacheche nelle quali si finisce, è molto probabile che la propria soglia traffico dati vada ad esaurirsi prima del previsto.

Ad ogni modo è comunque possibile disattivare la funzione di autoplay dei video di Facebook (che per impostazione predefinita è attiva) e di conseguenza evitare inutili consumi di traffico dati. Andiamo dunque a vedere come disabilitarla su smartphone e tablet Android, iPhone, iPad e su computer (Facebook in versione browser desktop).

Disattivare la Riproduzione automatica dei video di Facebook su Android

Disattivare%Bla%BRiproduzione%Bautomatica%Bdei%Bvideo%Bdi%BFacebook%Bsu%BAndroid
1. Avviare l'applicazione Facebook ed effettuare l'accesso al proprio account.

2. Toccare il tasto menu del proprio cellulare o tablet e nel menu degli strumenti che comparirà sullo schermo toccare il pulsante "Impostazioni" (primo screenshot sopra in figura).

3. Nella schermata "Settings" che a seguire comparirà, nelle "Impostazioni generali" individuare e toccare l'opzione "Riproduzione automatica dei video" (secondo screenshot sopra in figura).

4. Infine nell'omonima finestra popup di selezione che verrà visualizzata, non resta altro che selezionare l'opzione "No" per disattivare l'autoplay dei video di Facebook, oppure selezionare l'opzione "Solo Wi-Fi" per far si che la riproduzione automatica venga consentita solamente quando con il cellulare o tablet si è collegati a internet via WiFi.

Disattivare la Riproduzione automatica dei video di Facebook su Apple iOS iPhone, iPad, iPod

Disattivare%Bla%BRiproduzione%Bautomatica%Bdei%Bvideo%Bdi%BFacebook%Bsu%BiPhone%C%BiPad%C%BiPod
1. Accedere nelle "Impostazioni" del proprio dispositivo Apple iOS e scorrere la lista fino ad individuare l'app "Facebook", dunque toccarla.

2. Nelle "Impostazioni Facebook" toccare la voce "Impostazioni" e nella schermata che segue toccare l'impostazione "Auto-play" (primi due screenshot sopra in figura).

3. Infine, nella schermata "Impostazioni Auto-play" che verrà visualizzata, non resta che selezionare l'opzione "Off" per disattivare completamente la riproduzione automatica dei video su Facebook, oppure selezionare l'opzione "Wi-Fi only" per attivare la riproduzione automatica dei video solo quando si è connessi a internet in WiFi.

Disattivare la Riproduzione automatica dei video di Facebook su browser Desktop

Disattivare%Bla%BRiproduzione%Bautomatica%Bdei%Bvideo%Bdi%BFacebook%Bsu%Bcomputer%Bdesktop
1. Effettuare l'accesso a Facebook dal browser desktop del computer.

2. Nella barra degli strumenti in alto alla pagina cliccare il pulsante menu (quello che come icona ha la piccola freccia rivolta verso il basso, sopra in figura evidenziato in rosso) e nel menu contestuale cliccare la voce "Impostazioni".

3. Nella colonna a sinistra della pagina delle impostazioni che verrà visualizzata, in basso cliccare l'opzione "Video".

4. Nelle "Impostazioni video" che a seguire verranno visualizzate, non resta altro che mettere su "Disattiva" la funzione "Riproduzione automatica dei video".



Fonte http://www.guidami.info/2014/09/disattivare-autoplay-video-facebook-su-android-iphone-computer.html
Continue Reading | commenti

I migliori siti per scaricare modelli per Blogspot.


Se state cercando un nuovo modello per il vostro blog sulla piattaforma Google Blogspot o se avete aperto un nuovo blog su Blogger e siete alla ricerca di un template, allora troverete sicuramente interessante la lista dei migliori template per Blogger del 2013che ho deciso di proporvi in questo articolo.
Dopo una lunga ricerca ho scelto i 7 migliori template di diverse tipologie, quindi sia template adatti per blog personali che per siti di informazione e altri ancora, tutti veloci nel caricamento, completi di diversi widget e ottimizzati per il SEO.

Di seguito trovate la lista dei template con i link per visualizzare la Demo e il Download per scaricare il tema da applicare al vostro blog.
  • AllBlogTools che oltre ad avere una grande raccolta di template ha pure unelenco di tutorial di base per la piattaforma Blogger. C'è anche la sezione degli ultimi arrivi che vengono postati dai programmatori che usano questa piattaforma per condividere il loro lavoro
  • Blogger Templates è il sito di un appassionato che posta modelli su argomenti specifici
  • BlogstotTemplate con un centinaio di modelli disponibili
  • BTemplates è un altre  grande sito per modelli di Blogger che sono organizzati per numero di colonne, per stili (Magazine, adattati da Wordpress, Minimalisti, Gallerie, ecc), per colori e per larghezza. Ci sono anche modelli con il Responsive Design che li rende adattabili ai computer Desktop come ai display dei dispositivi mobili. Si possono visualizzare anche i template più scaricati, quelli più commentati, quelli più visti e quelli più votati. Ci sono più di 3000 modelli.
  • Final Sense con il codice del modello che si può direttamente copiare da una textarea
  • OurBloggerTemplates presenta una gran quantità di modelli suddivisi in categorie. È anche molto interessante leggere i commenti degli utenti nei vari post per farsi un'idea più precisa.
  • Simple Blog Skin ha una piccola collezione di nicchia per chi ama il minimalismo
  • Template Godown con una buona collezione di modelli piuttosto curata
  • Blog And Web è un sito in lingua spagnola che presenta dei modelli gratuiti
  • Chic&Sassy presente modelli e disegni web anche a pagamento suddivisi per etichette
  • Deluxe Templates è un altro grande sito per cercare i modelli di Blogger. Attualmente ci sono 1649 template suddivisi in categorie a seconda della piattaforma (Blogger o Wordpress), del tema trattato o del layout. Se avete intensione di scaricare il modello date una occhiata anche a questo sito.
  • Best Theme ha modelli per Blogger, per Wordpress in HTML5 e con CSS3
  • Premium Blogger Templates ha una collezione di circa 3.200 modelli per tutti i gusti
  • Daily Blogger Template ha solo un centinaio di modelli ma potrebbe esserci quello giusto
  • CoolBThemes con circa 1200 modelli è un altro sito da consultare prima di decidere
  • Sora Templates con solo una quarantina di modelli ma di alta qualità
  • Blogger Themes con più di 200 modelli scaricabili
  • Blogger Template Place con modelli per Blogger, Wordpress e Joomla.
  • Zoom Templates con più di 2500 modelli da visionare e scaricare
  • The Blog Templates con un centinaio di modelli per Blogger e Wordpress.
  • Best Blogger Templates con una vasta raccolta suddivisa in categorie
  • Responsive Blogger Templates con modelli con Responsive Design.
  • 250+ Best Free Blogger Templates è un articolo di Designrazzi che viene aggiornato periodicamente e che raccoglie quelli che sono i migliori modelli per Blogger a giudizio dell'autrice. Ce ne sono di tutti i gusti e anche con il Responsive Design.
CREATORI DI MODELLI PER BLOGGER.
Si può creare un modello per Blogger anche senza conoscere il linguaggio di programmazione. Basta usare i generatori di modelli presenti in rete, alcuni sono a pagamento e altri invece sono gratuiti.

  1. Artisteer è forse il più conosciuto creatore di modelli per Blogger, Wordpress, Drupal e Joomla. Si tratta di un tool a pagamento con due versioni e con due prezzi diversi che vanno dai 50 ai 130 dollari. Ha anche una libreria di texture, si possono inserire riflessi e sfumature.
  2. Pimp My Profile è invece un tool gratuito per creare template di Blogger
  3. Firdamatic è un altro generatore di template di Blogger gratuito ma con poche funzioni
  4. Photoshop Support è consigliabile a chi conosce bene Photoshop e vuole crearsi il template con questo programma di grafica. Ci sono le istruzioni su come procedere e i link ai tutorial su come creare i vari elementi grafici.Consigliabile solo ai più esperti.
Continue Reading | commenti
 
Copyright © 2011. Programmi Gratis . All Rights Reserved
Company Info | Contact Us | Privacy policy | Term of use | Widget | Advertise with Us | Site map
Template Modify by Creating Website. Inpire by Darkmatter Rockettheme Proudly powered by Blogger